10. Zara Cavoretto

Le quotazioni del Borsino

       
TIPOLOGIA PREZZI
  €/m² x 1.000
INDICE
COMMERCIABILITÀ
TEMPI DI VENDITA
Immobili
nuovi
2,5-3,5 Buono 6 mesi
Immobili
signorili
1,6-2,4 Buono 6 mesi
Immobili
medi
1,2-1,6 Medio 6 mesi
Immobili
medi/modesti
/ / /
Immobili all’asta  
  (prezzo base)
 
///

Zara Cavoretto in breve

È una zona immersa nel verde della collina torinese, e si estende fino alle sponde del Po. I primi insediamenti sorgono nell'area vicino al fiume, dove si poteva vivere pescando e coltivando la terra. La parte collinare era invece ricoperta da fitti boschi e dalle vigne. Come nasce il nome Cavoretto? Una delle ipotesi è che il quartiere abbia preso il suo nome dai signori di Cavoretto, che anticamente erano proprietari di gran parte dei terreni collinari. Ma il toponimo potrebbe fare riferimento a una tomba di epoca romana trovata in questo sito, oppure al vezzeggiativo latino di «caburrum» o «cavorro», riferito alla piccola tribù dei «caburriates», parenti stretti dei taurini. Zara, a cui è intitolata la piazza che confina con corso Moncalieri, fa invece riferimento all'attuale città della Dalmazia croata, che per secoli ha fatto parte della Repubblica di Venezia. Nella zona pre-collinare oggi si trovano diversi edifici residenziali in stile liberty, e salendo dalla Piazzetta Carlo Freguglia si arriva al Parco Europa, con un panorama incantevole dal quale si può ammirare la città. Quando nel 1961 il parco viene definitivamente completato in occasione delle celebrazioni del centenario dell’Unità d’Italia, è stato anche dotato di una funivia che collegava l'area con la sottostante zona di Italia ’61.