Il Borsino Immobiliare di Furbatto Immobili

24. Centro - Solferino

Le quotazioni del Borsino

       
TIPOLOGIA PREZZI
  €/m² x 1.000
INDICE
COMMERCIABILITÀ
TEMPI DI VENDITA
Immobili
nuovi
3,6-4,8 Buono 6 mesi
Immobili
signorili
2,8-3,5 Ottimo 3 mesi
Immobili
medi
2,3-2,8 Ottimo 3 mesi
Immobili
medi/modesti
2,0-2,3 Buono 6 mesi
Immobili all’asta  
  (prezzo base)
 
///
Centro - Solferino

Centro - Solferino in breve

«Una bellezza che in alcuni casi può essere fatale...». Così Giorgio De Chirico parlava di Torino, e in effetti il centro della città è un luogo in cui si può vivere circondati dall'eleganza e dalla storia, dalla modernità e dal fascino. In via Accademia delle Scienze c'è il Museo Egizio, considerato il più importante al mondo dopo quello del Cairo, e a distanza di pochi metri c'è Palazzo Carignano, costruito per volere del principe Emanuele Filiberto di Savoia Carignano, che nel 1679 commissiona l'opera a Guarino Guarini. Il Palazzo si affaccia sullo storico ristorante Del Cambio, chiamato così perché un tempo qui avveniva il cambio delle diligenze. E' stato un locale molto amato da Cavour, e negli anni ha ospitato Puccini, D’Annunzio, Nitzsche, la famiglia Agnelli, Maria Callas e il Dalai Lama. Il Centro è il quartiere del mercato di Porta Palazzo, il più grande d'Europa, e di piazza San Carlo, che dal 1838 ospita il monumento a Emanuele Filiberto di Savoia, conosciuto in piemontese come il «Caval ëd Bronz». Ma è anche il quartiere della stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova, realizzata tra il 1861 e il 1868. All’epoca i treni arrivavano fino al punto in cui oggi è presente il controviale: lì si trovava un famoso caffè, in cui i clienti potevano osservare l’arrivo delle locomotive seduti al tavolo. Gli uffici della Galleria San Federico hanno ospitato la prima sede del quotidiano La Stampa, ed è in questa zona che sono state girate alcune scene del film «Profondo Rosso» di Dario Argento.